Wayland e Weston - Diamoci un'occhiata da vicino

Diamo un occhiata al discusso e attesissimo Wayland, il sistema che secondo alcuni sostituirà X.Org sui sistemi Linux.

Buongiorno a tutti. Oggi, un giorno prima dell'uscita ufficiale di KDE 4.11, voglio proporvi qualche schermata di Weston e Wayland una novità per molti, ma una realtà che si sta facendo avanti con molta forza nel mondo del pinguino.

Cos'è Wayland?

Wayland è un protocollo per un Window Compositor, e viene inteso come rimpiazzo per X.Org nei sistemi Linux, anche se più semplice, snello e veloce.

Cos'è Weston?

Weston è il Window Compositor predefinito di Wayland, molto semplice e snello, facendo un paragone forzato possiamo dire che è l'equivalente wayland di TWM, anche se Weston fa qualcosa in più.

Essendo un protocollo nuovo, le mie applicazioni X smetteranno di funzionare?

Si e no. I ragazzi incaricati dello sviluppo hanno pensato a XWayland; un sistema che permette ad un X.Org server modificato di funzionare come se fosse parte di Wayland. Maggiori dettagli si possono trovare alla pagina dedicata

Wayland funziona su Gentoo?

Non nativamente. Infatti richiede che il sistema fornisca una struttura base di variabili d'ambiente, come ad esempio la variabile XDG_RUNTIME_DIR; che gentoo non fornisce.

Quindi Wayland non funziona su Gentoo...

Non ho detto questo, infatti è possibile fare in modo che Gentoo possa fornire tale variabile. Le istruzioni approfondite su come fare si possono trovare nella sezione "Building" del sito ufficiale, nella parte dedicata alla variabile $XDG_RUNTIME_DIR. Potete arrivarci direttamente seguendo questo link

Come siamo messi con le prestazioni?

Wayland e Weston sono stati creati per risolvere i grossi problemi che affliggono X.Org da molto tempo, tra cui anche i vari cali prestazionali che ci possono essere. Wayland si rivolge direttamente a DRI2 per il controllo della scheda, così da controllare ogni singolo frame che viene buttato sullo schermo. Grazie alla nuova struttura e a questo controllo le prestazioni sono tutt'altro che scarse.

Quindi potrò usare Wayland sul mio vecchio PC a 500MHz, giusto?

Adesso non esageriamo. Infatti Wayland, data la sua struttura, ha bisogno di hardware leggermente meno vetusto; precisamente:

  • Una scheda Intel del tipo i915 o superiore (Si parla di giugno 2004).
  • Una scheda ATI con drivers opensource (Niente fglrx o catalyst), si ipotizza che funzioni fino alla serie 7000 (Anno 2000 circa)
  • Una scheda NVidia con i driver opensource Nouveau.
  • È possibile compilare wayland anche per Raspberry Pi.

Mi avevi promesso che c'erano degli screen!!!

Infatti, eccoli qui:

Wayland - Schermata 1

Wayland - Schermata 2

Wayland - Schermata 3

Wayland - Schermata 4

Questi sono degli screenshot di Weston, non sono molti ma danno un'idea di com'è l'ambiente di base.

E Com'è?

Decisamente veloce ad avviarsi, il cursore risponde un po' lentamente, ma probabilmente con qualche modifica alle impostazioni è possibile dargli un po' più di vita. Mi piace il fatto che occupi poco spazio in memoria e poco tempo di CPU, il che lo rende ottimo per sistemi mobili e netbooks con poca potenza a disposizione.

All'inizio hai citato KDE 4.11: Perchè?

Perchè KDE 4.11 sarà la prima versione di KDE ad avere il supporto sperimentale per Wayland, ecco perchè...

Qualche considerazione finale?

Si, Wayland sembra già funzionare benino e col tempo spero migliori dato che faccio parte della ben nutrita schiera di coloro che non vedono l'ora di cacciare X.Org e tutti i problemi ad esso collegati dai propri sistemi informatici.

L'installazione, a parte il settaggio di una variabile è stata totalmente indolore, nessuna configurazione da fare, nessun file da modificare, è bastata un

emerge wayland weston

seguito da un bel

weston-launch

E mi sono trovato davanti l'interfaccia base di weston, che ho trovato decisamente pulita e confortevole.

Incrocio le dita mentre vi saluto.

Alla prossima!

Penaz.

social