Skype Alpha per Linux - Seconde Impressioni

Pensieri, giudizi, altri cambi di direzione sulla nuova versione per Linux di uno dei più famosi client VoIP e chat al mondo

Buongiorno a tutti,

Oggi ho deciso, dopo mesi dalle mie Prime impressioni, di cambiare, rinfrescare e rivedere il mio giudizio sul nuovo client Skype per linux.

Iniziamo prima di tutto con una notizia arrivatami proprio oggi: Il vecchio client 4.3 cesserà di essere supportato dal 1° Marzo 2017.

La mia risposta di base è: no.

Non va bene, ed ora vi spiegherò il mio punto di vista.

L'avvio

Come prima, meglio di prima, circa.

L'avvio è ancora più veloce, direi quasi istantaneo, ed è fantastico, se non fosse (confermando quanto detto prima) che il sistema di conservazione delle login si basa esclusivamente su Gnome-Keyring. Soprattutto quando la parte del leone nei desktop environments la fa KDE, seguita da XFCE e solo dopo abbiamo GnomeShell, al pari con Cinnamon Desktop. Ancora una volta, il supporto a diversi password manager sarebbe gradito e giusto, dato che non di solo Gnome vive l'utente Linux, anzi... (Io uso OpenBox per esempio)

L'esecuzione e glitch

E qui iniziano un po' I dolori, Skype Alpha è una versione (de)glorificata di Chromium, con tutte le cose che ne conseguono. Da "top" posso vedere che vi sono mediamente due processi "skypeforlinux" in esecuzione, che consumano tra il 6 ed il 12% del processore (pidgin ne consuma mediamente il 7% con Skypeweb, Steam, Telegram e Facebook attivi), un po' tantino per un programma che non sta facendo nulla, è in "idle".

Proseguiamo con un glitch che ho rilevato praticamente subito:

Glitch Menu Skype

Il menu volante è di classe devo dire.

Inoltre, nonostante questa sia la versione più aggiornata disponibile (1.17.0.1), ancora alcune funzionalità non sono disponibili o funzionano veramente male.

Iniziamo con il trasferimento di files, che funziona una volta si e 3 no, con un carinissimo messaggio "Questa versione di skype non supporta il trasferimento di file tramite P2P".

Continuiamo con l'uso della webcam, ancora non ci sono le impostazioni della webcam per poter settare la nostra webcam al meglio, anche perchè se clicchi su quella piccola telecamerina la tua webcam non si attiverà. Carino.

Le chiamate cadono a caso, circa dopo un'ora di conversazione, almeno per me e se si tenta di richiamare, l'altro capo non squilla.

Il pulsante di chiusura resta ancora un maledettissimo "riduci ad icona" di default, non voglio avere un'altra finestra nella mia taskbar! Fortuna vuole che posso configurare openbox per ignorare alcune finestre dai tasks, ma è comunque estremamente irritante che il mio window manager si debba adattare ad un pezzo di software quando dovrebbe essere il contrario. Irritante a dir poco.

A meno che non si vada ad esplorare tra le opzioni e si scelga l'opzione "Close to tray", aggiunta da poco. Almeno quello.

Ovviamente questa opzione non sta tra le opzioni, ma nel menu "Tools" (Strumenti). Sensato.

Cose di troppo, cose che mancano

I bots: Inutili a mia opinione, rendono solo più caotica l'esperienza, inoltre non funzionano poi così bene.

I mojis sono carini e divertenti, ma non sono così fondamentali per una buona esperienza, io mi concentrerei di più sulla qualità del servizio in sè.

Mi manca tantissimo la possibilità di fare CTRL+Tab tra la conversazioni come facevo con Skype 4.3 + SkypeTab oppure come faccio ora con Pidgin unito al plugin Purple-Skypeweb. Skype Alpha mi costringe ad usare il mouse (o touchpad che sia) anche quando non sarebbe strettamente necessario.

Il tema dark permette al software di adattarsi ad ambienti grafici più scuri, come il mio, ma ancora una volta, veramente era necessario metterlo subito invece di concentrarsi sul far funzionare il servizio al meglio?

Conclusioni

Secondo me il nuovo Skype per Linux non è pronto: lo scarsissimo supporto all'alta variabilità degli ambienti Linux, unito a funzionalità che non funzionano propriamente rendono questo prodotto decisamente poco appetibile a questa utenza, che probabilmente migreranno ad altri sistemi concorrenti come Telegram o Tox.

E coloro che invece hanno troppi contatti che usano questo software dovranno semplicemente sopportare il dolore di un software che non è eccelso, basato sul web e funzionante a singhiozzo. In alternativa, come me, si può scendere ad un compromesso tramite Pidgin e Purple-SkypeWeb, rinunciando a chiamate (per ora) e possibilità di modificare i messaggi, mojis ed altro per una esperienza di messaggistica più leggera ed integrata.

Se Microsoft vuole veramente dismettere Skype 4.3 entro Marzo, farebbe meglio a muoversi molto in fretta, perchè a quanto vedo, il software è ancora, come dice il nome, una Alpha. E si vede.

Grazie a tutti per aver letto questo mio sproloquio infinito e ci vediamo al prossimo post!

Penaz

social