Soluzioni software gratis per L'editing Video

Questo post è dedicato a coloro che fanno editing video, oggi vi propongo un piccolo set di software che può risparmiarvi molti mal di testa, o farvene venire di più...

Il primo è un pacchetto di codecs, Il K-lite codec pack, necessario per far funzionare in maniera armonica tutto il set che sto per proporvi, in alternativa va bene qualunque set di codec compatibile con media player (eh no, vlc non va bene per i nostri scopi)

Il secondo è il vero e proprio fulcro del nostro piccolo set di programmi: AviSynth

AviSynth è uno dei più potenti programmi di post-produzione che esistano, insieme ad avidemux (disponibile anche per i pinguini, per i quali cerco di avere un occhio di riguardo) e a virtualdub.

AviSynth è un vero e proprio "linguaggio di programmazione" per i video, con cui si possono applicare e visualizzare filtri in tempo reale, oltre a poter (con qualche riga di codice in più) fare tagli, demux e altro ancora.

Ecco alcune situazioni in cui AviSynth può far comodo:

  • Riproduzione in serie di più video In tal caso è un'ottima idea usare AviSynth con questo codice:

    a=DirectShowSource("Video1.***")

    b=DirectShowSource("Video2.***")

    c=DirectShowSource("Video3.***")

    ...

    z=DirectShowSource("Video26.***")

    a+b+c+...+z

  • Unire audio e video

Il codice è molto breve:

Vid=DirectShowSource("Video.***")

Aud=WavSource("Audio.wav")

AudioDub(Vid,Aud)

Ma queste sono solo alcune situazioni in cui avisynth può far comodo:

"Captain Jean Luc Piccard al ponte: cacchio abbiamo un problema, non riusciamo a deinterlacciare le sorgenti!" (cit. [email protected])

Una situazione molto scomoda risulta quella dei video interlacciati, soprattutto se si vuole guardarli senza convertirli, in questo caso avisynth viene nuovamente in aiuto, infatti ad avisynth non importa se il file è interlacciato o progressivo, infatti la libreria effettua il rendering dei files per frames e non per righe, di fatto deinterlacciando il video automaticamente, se proprio le righe da interlacciamento non ne vogliono sapere di andarsene, allora basta consultare il manuale elettronico e usare il filtro bob.(Si, si chiama proprio bob)

Il terzo software che andremo ad usare è molto simile a mount per i sistemi linux, si chiama Pismo File Mount Audit Package (per gli amici PFM)

Questo software permette di montare alcuni files come se fossero cartelle, senza alcun problema.

Sicuramente vi sorgerà spontanea la domanda: "e che diavolo centra con l'elaborazione video?"

La risposta è data dal quarto software, anche se in realtà è un modulo di PFM, si chiama AV virtual filesystem.(per gli amici AVFS)

Questo modulo consente di montare gli script avs come se fossero cartelle; le quali conterranno un file .avi non compresso, un file .wav non compresso, un file .w64, il log degli errori e lo script avs originale, con tutti i vantaggi che ne conseguono.

Ad esempio sarà possibile importare all'interno di programmi di video editing video nei più disparati formati, anche se incompatibili con il programma. Infatti usando questo stratagemma è possibile importare anche i flash video, tanto il video editor li vedrà sempre come degli avi non compressi.

Questo permette di editare i files senza le perdite di qualità dovute alla ricompressione, di fatto togliendo i tempi morti dovuti alla conversione dei video sorgenti in un formato compatibile con l'editor video.

I link per i download sono:

K-Lite Codec Pack (io consiglio la versione full): Link Per il Download

Avisynth: Link Per il Download

PFM: Link Per Il Download

AVFS: Link Per Il Download

Al prossimo post!

Penaz.

social